Ecco i prezzi scontati per la batteria samsung

Ecco i modelli di batteria Samsung con i relativi prezzi. Cliccare sul nome della batteria per visualizzare il prezzo aggiornato.

Descrizione mAh Prezzo scontato Prezzo % di sconto
Samsung EB-BG900BBEGWW Batteria per Galaxy S5 2.800 mAh € 16,30 € 24,90 35%
Samsung EB-B600BEBECWW Batteria per Galaxy S4  2.600 mAh € 12,00 € 33,50 64%
Samsung Batteria per I9300 Galaxy S3 2.100 mAh € 13,70 € 23,00 40%
Samsung Batteria per I9100 Galaxy S2 1.650 mAh € 10,50 € 25,00 58%
Samsung EB-535151VUCSTD Batteria per Galaxy S Advance 1.500 mAh € 12,08 € 19,90 39%
EB484659VU original Samsung i8150, S5690, S8600 Li-Ion batteria per Samsung i8150 Galaxy W, i8350 Omnia W, S5690 Galaxy Xcover, S8600 Wave 3, YP-GS1 Galaxy S WiFi 3.6 1.500 mAh € 9,99 + spedizione gratuita

Anker per risolvere il problema della batteria samsung che dura poco.

Se la batteria proprio non basta allora è il momento di acquistare un accumulatore supplementare in grado di ricaricare la batteria del nostro Samsung quando siamo lontani da una presa di corrente.

Per scegliere l’accumulatore più adatto dobbiamo vedere la capacità di immagazzinare Anker - accumulatore di backupcorrente (l’unità di misura è il milliampere/ora o mAh).

I dispositivi più prestanti sono in grado di immagazzinare anche 10.000 mAh che ci servono per garantire più cicli di ricarica del nostro smartphone senza dover ricaricare anche l’accumulatore.

L’altro aspetto da considerare è la capacità di ricaricare lo smartphone alla massima velocità senza arrecare danni alla batteria.

Personalmente ho trovato molto pratico è ben progettato l’Anker® Astro E3 da 10.000 mAh. Si tratta di un accumulatore con due attacchi ottimizzati rispettivamente per i dispositivi Android e per i dispositivi Apple.

In questo modo si garantisce l’erogazione di corrente ottimale abbreviando anche i tempi di ricarica.

Clicca quì per scoprire di più sul caricabatterie portatile Anker.

Come sostituire da soli la porta usb del Samsung Galaxy.

Una delle parti più sottoposte a usura nei cellulari Samsung è la porta USB che funge anche da porta per caricare la batteria. Può capitare che collegando il caricabatterie allo smartphone, sul display non compare la familiare immagine della batteria che si ricarica.

La prima cosa da fare è provare un altro caricabatterie per verificare che il malfunzionamento non sia da addebitarsi all’alimentatore.

Una volta che abbiamo verificato che il problema è nel cellulare, dobbiamo provare a sostituire la batteria per accertarci che non sia la batteria ad essersi rotta. Una volta cambiata la batteria proviamo a collegare nuovamente l’alimentatore e vediamo se compare l’immagine della batteria che si ricarica.

Se anche questa volta il cellulare non indica che la batteria è in carica, allora dobbiamo sostituire la porta USB del telefono.

Di seguito riportiamo un video esplicativo che riporta passo-passo i passaggi da eseguire per sostituire la porta USB senza dover ricorrere a costose riparazioni presso un centro assistenza. In questo caso il costo per la riparazione si aggira intorno ai 10/15 euro mentre presso un centro assistenza chiedono non meno di 60 euro. E’ possiible trovare il ricambio su Ebay.

Batteria Samsung S3

Di solito ci accorgiamo di aver bisogno di una nuova batteria quando quella che abbiamo in uso per il nostro Samsung S3 inizia a durare meno.

In questi casi dobbiamo prima fare un rapido controllo per verificare se il problema è legato ad un malfunzionamento del cavetto USB utilizzato per ricaricare il cellulare o del caricabatterie a muro prima di decretare la morte della batteria in uso.

Questo perché è stato riscontrato un difetto dagli utilizzatori del Samsung S3 che riguarda
Samsung Galaxy s3 i9300principalmente il cavetto per la ricarica USB, il quale, se difettoso non permette la ricaricare completa della batteria.

Per verificare se abbiamo questo tipo di problema basta scaricare un App gratuita dal sito di Google Play chiamato “Galaxy Charging Current Lite”.

I valori di riferimento riportati dall’App dovrebbero essere “999 – 1000 – 1000” se abbiamo collegato il cellulare all’alimentatore a muro mentre dovremmo avere “466 – 460 – 460” se lo abbiamo collegato al cavetto USB. Valori più bassi indicano che il vostro caricabatterie non funziona bene e deve essere sostituito.

Se tutto funziona regolarmente allora dobbiamo cambiare la batteria ma nel frattempo possiamo utilizzare un’altra comoda App che si chiama “2x Battery”. Quest’App si occupa di ridurre il consumo della batteria del Samsung S3 gestendo in modo automatico la connessione ad internet ed il Wi-Fi disattivandoli quando non sono in uso. Il funzionamento è trasparente per l’utente e permette di guadagnare fino a due ore in più di carica.

Consigli su come far durare più a lungo la batteria Samsung

Anche la batteria Samsung come tutte le batterie dei moderni smartphone è una batteria agli ioni di litio (abbreviato Li-Ion) è non soffre del così detto effetto memoria. Per questo Samsung Galaxy S5non è necessario farla scaricare del tutto prima di procedere ad una nuova ricarica. Semmai è proprio il contrario. Bisogna assolutamente evitare che si scarichi del tutto onde evitare che si danneggi. E’ per altro difficile riuscire a scaricarla completamente perché gli apparecchi che utilizzano queste batterie sono dotati di un circuito che spegne l’apparecchio quando la carica è particolarmente bassa per preservare la batteria stessa. Esiste però una naturale auto-scarica approssimativamente del 5% mensile che ci porta dritti al primo consiglio.

1) Quando la batteria del nostro Samsung si scarica completamente evitiamo di tenerla per più di qualche giorno senza ricaricarla onde evitare che l’energia residua immagazzianta nella batteria si esaurisca per effetto dell’auto-scarica provocando danni irreparabili alla batteria.

Il secondo aspetto al quale dobbiamo fare attenzione è la temperatura; le batterie agli ioni di litio si danneggiano se congelate o se esposte a temperature alte.

Mentre la temperatura di congelamento ci preoccupa poco perché queste batterie congelano a -40° C. più preoccupante è l’esposizione alle alte temperature.

La temperatura ideale per la conservazione di queste batterie è 0° C. mentre già a 25° C. batterie litiosi registra una perdita permanente della capacità di accumulare dell’energia fino al 20% all’anno se la batteria è carica al 100%. Se quindi lasciamo una batteria carica al 100% ma
inutilizzata dopo circa 5 anni la stessa sarà inserivibile.

2) Se carichiamo una batteria Li-Ion al 100% assicuriamoci di iniziare ad utilizzarla il prima possibile.

3) Se si prevediamo di lasciare il cellulare spento per lungo tempo (due settimane e più) lasciamo la carica residua al 50%. In questo modo la batteria vivrà più a lungo. Dovremo comunque ricordarci di ricaricarla dopo 9 mesi visto che l’auto-scarica riduce l’energia residua presente nella batteria di circa il 5% ogni mese. Questo per evitare che si scarichi del tutto roviando la batteria.

Più aumenta la temperatura della batteria, più la batteria si rovina e perde in modo permanente la capacità di accumulare energia a causa della formazione di dendriti di Litio. dentriti di litioIn questo senso la temperatura rappresenta un catalizzatore che accellera la formazione di strutture dendritiche probabilmente generate dalla presenza nelle batterie di contaminanti subsuperficiali non conduttivi come l’azoto. (Fonte: http://www.materialsviews. com)

4) Per far durare di più la nostra batteria samsung bisogna evitare di esporre la stessa a temperature eccessive. Evitare quindi di lasciare in macchina in estate telefoni cellulari, laptop e navigatori satellitari è assolutamente consigliabile com’é consigliabile rimuovere la batteria del notebook quando lo si utilizza per un lungo periodo collegato a una presa di corrente. Questo perché i notebook tendono ad avere problemi di dissipazione del calore e la batteria è solitamente collocata nella parte inferiore del notebook in una posizione poco ventilata.

Le prime batterie al litio sono state inventate nel 1912 ma gli elementi chimici che le compongono hanno sempre dato problemi di stabilità e solo negli anni 90’ si è riusciti a produrre batterie che carantissero rivelli di sicureza accettabili.

Ancora oggi se esponiamo la batteria Li-Ion a temperature molto elevate o se la sottoponiamo a sovraccarica la batteria agli ioni di litio può anche incendiarsi ed esplodere.  E’ per questo che i caricabatterie hanno un circuito che interrompe l’erogazione della corrente quando la batteria è carica al 100%.

5) Non esponiamo la batteria Samsung a calore intenso e non la cortocircuitiamo perchè la stessa potrebbe incendiarsi ed esplodere.